Prototipi Man, un progetto orientato al futuro

Man

Le applicazioni ad alta quota, in clima freddo, con cicli di lavoro ad alto carico sembrano essere diventati un must per i costruttori di motori nell’ambito della messa a punto delle future versioni di unità propulsive a combustione interna alimentate a idrogeno. In tale ambito Man Engines ha avviato le forniture dei propri motori “D3876” al costruttore tedesco Kässboher Geländefahrzeug per equipaggiare i propri gatti delle nevi “PistenBully 800”. Applicazione che ha portato Man a sviuppare una versione aggiornata delle unità per assicurarne le performance superiori assicurando il funzionamento anche a basse temperature e con aria…

Read More

Perkins verso lo sviluppo di un propulsore ibrido a idrogeno

perkins propulsore

Mentre molte soluzioni off-highway a sostegno della transizione energetica si concentrano su produttori di apparecchiature originali (OEM) su larga scala con ampie capacità di ricerca e sviluppo, il successo delle iniziative di decarbonizzazione dipende anche dal sostegno agli OEM con risorse più limitate. Questo è il motivo per cui Perkins sta collaborando con Equipmake e la Scuola di ingegneria meccanica, elettrica e manifatturiera dell’Università di Loughborough per sviluppare e produrre un avanzato propulsore ibrido integrato “drop-in” multicombustibile. Perkins e il progetto “Coeus” Il propulsore sarà in grado di sostituire direttamente il suo equivalente diesel in termini di densità di potenza…

Read More

I nuovi motori turbodiesel Perkins serie “2600”

Da una parte la necessità di assecondare una transizione energetica il cui obiettivo è quello di azzerare nell’arco di pochi anni i contributi emissivi dei motori a combustione interna in tutti i settori applicativi. Dall’altra la necessità di mantenere la produttività e l’affidabilità delle macchine oggi equipaggiate con motori endotermici. Unità che in molteplici applicazioni off-road e industriali, già al di sopra dei 50 chilowatt di potenza, non potranno essere sostituiti a breve termine da soluzioni full electric causa l’elevato assorbimento energetico, non sostenibile dalle attuali tecnologie di accumulo. Per rispondere a tali sfide Perkins ha presentato all’inizio di Settembre una nuova generazioni di…

Read More

Motore Fpt “C16 Tst”, ventimila ore di test

7 Marzo 2018. Sulle acque del lago di Como Fpt Industrial fa suo il record mondiale di velocità per motori diesel lanciando a oltre 277 chilometri/ora un tre punti costruito da Fb Design e guidato dal pluricampione del Mondo di motonautica Fabio Buzzi. A spingere l’imbarcazione un sei cilindri “Cursor” serie “C16” modificato in modo da fargli erogare più di mille e 700 cavalli in luogo dei 700 accreditati alla prestazione nominale. Fra gli interventi più significativi quelli attuati sulla termodinamica, l’inserimento di pistoni di acciaio, la presenza di un collettore di scarico adiabatico estruso in alluminio, un sistema…

Read More

Motore ad ammoniaca, la scommessa del gruppo Gac

“Aria alcalina”. Così nel 1774 il chimico e filosofo inglese Joseph Priestley definì l’ammoniaca dopo averla per la prima volta isolata in forma gassosa. Sebbene i sali di ammonio fossero conosciuti fin dall’Età Classica, si parla del 500 avanti Cristo, e sebbene fossero identificati sotto svariati nomi, solo nel 1913, a circa 140 anni dalle esperienze di Joseph Priestley, le industrie chimiche e in particolare Basf avviarono le prime produzioni industriali dell’ammoniaca grazie ai processi messi a punto dal chimico Fritz Haber e dal chimico e ingegnere Carl Bosch. Da…

Read More

Motori Wankel Mazda, ritorno alle origini

Da sempre fedele al motore rotativo Wankel, Mazda ha recentemente proposto tale soluzione propulsiva anche in una versione ibrida ricaricabile realizzata sulla base del suo suv full electric “Mx-30”. La nuova “Mx-30 R-Ev”, presentata nel Gennaio scorso in occasione del salone dell’auto di Bruxelles, viene in effetti propulsa da un sistema basato sull’abbinamento di un motore rotativo da 830 centimetri cubi compresso a quasi 12 punti a uno ed erogante circa 74 cavalli con un’unità elettrica capace di circa 125 chilowatt di potenza, 170 cavalli equivalenti, di tipo sincrono a…

Read More

Mercury “500R” , il motore fuoribordo che tocca i 500 cavalli

Quando Mercury decise di alzare l’asticella prestazionale di settore inaugurando i modelli “Racing” della propria gamma di motori fuoribordo “V8” si assistette a un salto prestazionale di oltre il 40 per cento rispetto a quanto offerto dai top di gamma della serie “SeaPro” che con blocchi motore da quattro litri 600 metri cubi coprivano un range di potenza compreso tra i 200 e i 300 cavalli. Forte delle esperienze maturate sui “Verado” nel campo dei sistemi di sovralimentazione, basati su compressori volumetrici Lysolm, Mercury inserì tale componente sui propri “V8”…

Read More

Perkins, motori ibridi su misura

Anche Perkins in occasione di Conexpo, a Las Vegas, ha lanciato nuove soluzioni atte ad anticipare i futuri sviluppi di gamma orientati a nuovi orizzonti di sostenibilità ed efficienza. Tutte soluzioni che affiancano ai sistemi propulsivi convenzionali dei powertrain elettrificati e alimentati con nuovi vettori energetici. Esempio in tal senso un’unità ibrida dedicata alle applicazioni off-road agricole e movimento terra dimensionata in modo da assecondare macchine di media potenza, in particolare trattori, sollevatori telescopici o terne. È realizzata integrando un motore “904J-E28T”, un quattro cilindri da due litri e 800…

Read More

Alla “24 Ore di Le Mans” Ferrari torna a vincere con l’hypercar “499P”

La storia dell’automobilismo è fatta di nomi, di vetture e di marchi che hanno interpretato una parte da protagonista sui palcoscenici più amati dal pubblico. In tale ottica, Ferrari e Le Mans rappresentano gli apici di un filo rosso che quest’anno è tornato a unirsi a 50 anni di distanza dall’ultima presenza proprio nel centenario di una gara che fa parte dell’immaginario collettivo delle corse endurance, la mitica, e mai come in questo caso tale termine non è abusato, “24 Ore di Le Mans”. Non è solo una gara, è…

Read More

Elettrici con eliche periferiche

Si chiamano “Rim6” e “Rim14” e nelle ipotesi del costruttore, la francese Hy Generation” sono soluzioni propulsive destinate a rivoluzionare la nautica dislocante. Sarà il tempo ovviamente a dire se tale ambizione sarà o meno soddisfatta, ma certo è che i nuovi fuoribordo nulla hanno in comune con quelli tradizionali a partire dall’assenza delle tradizionali eliche. Elettrici con eliche periferiche Il motore è in effetti realizzato sulla base di una struttura toroidale all’interno della quale alloggiano sia lo statore sia il rotore del motore elettrico. Ne deriva un motore elettrico…

Read More